E’ stato pubblicato il documento “Il ruolo della riabilitazione nei percorsi di cura dei pazienti oncologici in età evolutiva”, prodotto di una serie di incontri del Gruppo di lavoro in Riabilitazione della AIEOP (Associazione Italiana Ematologia ed Oncologia Pediatrica). Al gruppo di lavoro ha partecipato attivamente il Dr. Daniele Panzeri, fisioterapista del Medea di Bosisio Parini.Leggi tutto

di Elena Beretta et al.
Il recupero del cammino nei bambini con esiti di paralisi cerebrale infantile (Cerebral Palsy - CP) e cerebrolesione acquisita (Acquired Brain Injury - ABI) è una componente chiave della riabilitazione pediatrica e una delle maggiori sfide per gli specialisti in questo ambito.

Negli ultimi anni, la riabilitazione tramite sistemi robotici è diventata uno strumento interessante anche se la letteratura a conferma dell’efficacia di tali sistemi è ancora debole ed inconsistente, in particolare in ambito pediatrico.

Una possibilità per aumentare l'evidenza di efficacia è di promuovere la collaborazione tra diversi centri di riabilitazione al fine di condividere protocolli di trattamento, incrementare la numerosità dei pazienti in studio, verificare la fattibilità e l’efficacia della riabilitazione robotica in bambini con eziologie e livelli di funzionalità diversi.
Dalla collaborazione tra i Dipartimenti di Neuroriabilitazione dell'Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù” di Roma e dell'Istituto Scientifico “Eugenio Medea” di Bosisio Parini è derivato questo primo studio in cui abbiamo esaminato un numeroso gruppo di bambini dai 4 ai 18 anni affetti da esiti di CP e ABI che sono stati sottoposti a trattamento combinato con Lokomat e fisioterapia tradizionale.

Lo scopo principale era di valutare l'effetto del trattamento robotico in un ampio gruppo di bambini con disabilità motoria; un ulteriore obiettivo era identificare gli effetti specifici del Lokomat nei bambini con disabilità riconducibili a diverse eziologie (CP e ABI) e con diversi livelli di compromissione motoria (secondo la GMFCS - Gross Motor Function Classification System). Infine abbiamo esaminato l'effetto del tempo trascorso dall’evento acuto, sul recupero del cammino. Leggi tutto