Outcome neurocognitivo nei pazienti affetti da tumore cerebrale in età pediatrica: presentati i dati raccolti dal network italiano di oncologia pediatrica

La Dr.ssa Geraldina Poggi ha presentato al XLI Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica  (AIEOP - Verona, 22/24 maggio 2016) e al XVII International Symposium on Pediatric Neuro-Oncology (ISPNO - Liverpool, 12-15 giugno 2016) i risultati del lavoro di coordinamento svolto dall’IRCCS Medea  a livello nazionale nella raccolta dati sui tumori cerebrali infantili [1]. Nel 2010, infatti, è stato attivato un network italiano composto dai principali centri ospedalieri presenti sul territorio nazionale, con l’obiettivo di monitorare l’evoluzione degli aspetti neuropsicologi e psicologici dei bambini con tumore cerebrale. Data l’assenza in Italia di raccomandazioni unitarie per la raccolta dei dati e la programmazione degli interventi, tale network si è prefissato di stabilire delle linee guida condivise per la conduzione delle valutazioni, l’indagine degli effetti della malattia tumorale e la definizione dei bisogni riabilitativi e delle associate strategie di intervento.

Leggi tutto

A tal fine, è stato strutturato un protocollo di valutazione comune costituito da strumenti validati a livello internazionale e in linea con quelli stabiliti dal gruppo SIOP (International Society of Paediatric Oncology), che ogni Centro aderente al network ha adottato per l’assessment e il monitoraggio dei pazienti.

Ad oggi, tale network di monitoraggio neuropsicologico e psicologico è composto dai seguenti 9 centri, dislocati in diverse regioni italiane:

  1. IRCCS E. Medea di Bosisio Parini, Unità di Riabilitazione oncologica e neuropsichiatrica
  2. AOU Città della Salute e della Scienza di Torino, Unità di Psico-oncologia pediatrica, Oncologia e Centro Trapianti
  3. IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Dipartimento di Oncologia Pediatrica
  4. IRCCS G. Gaslini di Genova, Unità Neuro-oncologica
  5. Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, Unità di Oncoematologia Pediatrica e Oncologia e Unità di Psicologia Clinica, Neuroscienze e Neuroriabilitazione
  6. IRCCS E. Medea di Conegliano, Centro per le Ricerche di Conegliano
  7. AO/Università di Padova, Clinica di Oncoematologia Pediatrica
  8. Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli/Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Unità di Neurologia, Psichiatria e Neurochirurgia Pediatrica
  9. AO Meyer di Firenze, Dipartimento di Oncologia

I membri del network sono esperti in oncologia, neuropsicologia, psicologia clinica e psicoterapia. L’IRCCS Medea di Bosisio Parini dirige la raccolta dei dati di tutti i Centri e provvede all’analisi degli stessi, svolgendo un ruolo fondamentale di coordinamento. Ogni anno sono indette 2 riunioni plenarie in cui i rappresentanti di ciascun Centro possono discutere i dati raccolti, condividere le esperienze cliniche e proporre nuove linee di ricerca.

Il progetto prevede di coinvolgere altri istituti di cura operanti sul territorio italiano, al fine di ampliare la rete di collaboratori e promuovere una presa in carico del paziente pediatrico oncologico sempre più ragionata ed omogenea a livello nazionale.

[1] Geraldina Poggi, Marina Bertolotti, Claudia Corti, Simona Bellini, Sonia Di Profio, MariaLuisa Garrè, Domitilla Secco, Angela Mastronuzzi, Simonetta Gentile, Simone Gazzellini, Emanuela Russo, Elisa Petacchi, Maria Montanaro, Daniela Chieffo, Jacopo Sardi.

Per saperne di più: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.